Aequalis Trio
 




venerdì 4 dicembre > ore 21  

in diretta sul canale youtube di Nuova Consonanza

Aequalis trio                                   
                                                                                                    


Aequalis Trio
Flavia Di Tomasso violino, Livia De Romanis violoncello, Fabio Silvestro pianoforte

 

Ludwig van Beethoven (1770-1827)      Piano Trio Op. 1 No. 3 in do minore
  Allegro con brio – Andante cantabile con variazioni – Minuetto – Finale (Prestissimo)
   
Paolo Rosato (1959) A B in C (sine Aequalis) op. 190* (2020)
  in occasione del 250° anniversario dalla nascita di Beethoven
   
Astor Piazzolla (1921-1992) Primavera Porteña e Otoño Porteño
  dalle Cuatros Estaciones Porteñas
   
Mauro Porro (1956) crash 10:10 (2012) per violino, violoncello e pianoforte
 
 

 *prima esecuzione assoluta

In collaborazione con Luogo Arte Accademia Musicale, Circolo Cittadino Sante Palumbo di Latina


In occasione del 250° anniversario dalla nascita di Beethoven, il Trio Aequalis propone un programma che comprende un omaggio alla figura del compositore tedesco. Al Piano Trio op. 1 no. 3 si collega infatti la nuova composizione di Paolo Rosato, concepita a partire da un motto costruito su alcune lettere tratte dal nome e dal cognome di Beethoven. Crash 10:10, brano di Mauro Porro del 2012, è caratterizzato da ritmi insistenti e da una vitalità di suoni, che si dipanano a mano a mano a partire dagli accordi iniziali in fortissimo suonati dal pianoforte. A conclusione del concerto, il Trio propone l’esecuzione di Primavera Porteña e Otoño Porteño dalle Cuatro Estaciones Porteñas di Astor Piazzolla. Si tratta di un’opera perfettamente rappresentativa dello stile del compositore argentino, che grazie alle esperienze accumulate negli studi a Parigi e a New York era riuscito a creare una fusione quasi alchemica tra la musica popolare del suo paese, la scrittura musicale europea del Novecento e le influenze delle grandi voci del jazz americano.
 
*A B in C (sine Aequalis) – prima esecuzione assoluta
Il trio è dedicato al trio Aequalis e a Ludwig van Beethoven in occasione del 250° della nascita. Il titolo per esteso significa “A Beethoven in DO” (C è DO nella notazione internazionale). Un motto musicale, costruito sulle note D, G, A, B, E, E, H, E, tratte nell’ordine da nome e cognome del compositore di Bonn, apre e chiude il brano. Tale motto riappare periodicamente, ogni volta trasformato, per incorniciare gli interventi solistici, in duo ed in trio degli strumenti, secondo il seguente schema: M - Pf - M - Vln e Vc - M - Vln - M - Vc e Pf - M - Vc - M - Vln e Pf - M - Trio (che in conclusione sviluppa brevemente il motto stesso). Pensato in rapporto con il Trio op. 1 n. 3, in do minore, di Beethoven, il pezzo ne evoca frammenti e gesti melodici in forma più o meno evidente, nascondendoli a volte nelle pieghe delle tecniche estese della scrittura musicale. Quest’ultima mira nel complesso ad una ampia cantabilità pur all’interno di una scrittura essenzialmente contemporanea.
Paolo Rosato

 























Associazione Nuova Consonanza
Viale G. Mazzini, 134 - 00195 Roma
Tel./Fax +39 06 3700323 - [email protected]
C.F. 80206250583
P.IVA 02133581005
seguici su: