×











BIOGRAFIE

Federico Benetti

FEDERICO BENETTI

Dopo gli iniziali studi pianistici, si diploma in canto con il massimo dei voti al Conservatorio D. Cimarosa di Avellino sotto la guida di C. Desideri e si perfeziona all’Accademia di S. Cecilia a Roma con R. Scotto, A. Vandi e C. Scarton. Un’intensa attività concertistica e operistica, che lo ha portato a cantare nei principali teatri italiani ed europei. Dal 2013 ha debuttato il ruolo di Enrico VIII in Anna Bolena diretto da F. Biondi al Reate Festival di Rieti, è stato Sarastro nel Flauto Magico, Sparafucile in Rigoletto, poi Don Basilio nel Barbiere di Siviglia a Clermont-Ferrand, Vichy e in tour in Francia, Commendatore in Don Giovanni a Treviso e Ferrara, Angelotti in Tosca all’Opera de Toulon, teatro che lo ha visto impegnato in anni seguenti anche in Ballo in Maschera (Samuel), Traviata e Rigoletto. A Tirana è stato Don Alfonso nel Così fan tutte, ha poi debuttato al Teatro Regio di Torino in Salome, diretto da G. Noseda, e successivamente in Rigoletto. Nel 2016 e 2017 a Cremona, e in tour nei teatri del circuito As.li.co., ha cantato in Midsummer’s night dream di Britten (Theseus) e in Carmen. In seguito è stato Pistola in Falstaff nell’ambito del Festival Verdi di Parma 2017, diretto da R. Frizza e ha cantato nell’Ernani diretto da M. Mariotti al Festival Verdi 2020. Ha continuato a frequentare il repertorio sacro e sinfonico e ha avviato collaborazioni prestigiose in ambito del repertorio barocco. Dopo il recente impegno in Adriana Lecouvreur (Principe di Boullion) a Genova, è stato protagonista, accanto a colleghi di fama mondiale, del Requiem di Donizetti eseguito a Bergamo in occasione della cerimonia in memoria delle vittime della pandemia da Covid-19, alla presenza del Presidente della Repubblica S. Mattarella, sotto la direzione di R. Frizza. Tra gli ultimi impegni, la partecipazione a The Man Who Mistook his Wife for a Hat di M. Nyman prodotta da Iuc e Nuova Consonanza (2021).