×











Concerto
30/11/2021
20:30
Teatro Villa Torlonia

Qui nella torre

Descrizione

presentazione del concerto a cura di Marica Coppola (Quinte Parallele)

 

Daniele Carnini (1974) Qui nella torre* (2021)
  opera in quattro scene e due intermezzi di Renata M. Molinari
   
André Previn (1929-2019)  Vocalise (1995)
   
  Four Songs (1994)
  Mercy
  Stones
  Shelter
  The Lacemaker
  testi di Toni Morrison
   
Astor Piazzolla (1921-1992) Balada para un loco (1969)
  arrangiamento di Ernesto Oliva
  testo di Horacio Ferrer
   

 

Hemisphaeria Trio
Damiana Mizzi soprano, Roberto Mansueto violoncello, Marcos Madrigal pianoforte

 

*prima esecuzione assoluta

In collaborazione con Teatro di Roma


L’idea di un trio con una formazione così speciale nasce molto tempo fa, quando Damiana Mizzi, Roberto Mansueto e Marcos Madrigal si imbatterono per caso in Vocalise di André Previn, scritto proprio per soprano, violoncello e pianoforte. Innamorati di questa scoperta e di repertori quasi del tutto sconosciuti, lasciarono da parte il progetto per tanti anni, senza mai smettere di pensarci, fino a realizzarlo compiutamente a partire dal 2013 con vari concerti in diverse sedi prestigiose.

Il concerto ruota attorno alla prima esecuzione assoluta di Qui nella torre*, opera in quattro scene di Daniele Carnini su testo di Renata M. Molinari. Come spiegato dal compositore, «L’opera è ambientata in un ambiente chiuso, dove il (la?) protagonista, adolescente – simile a quelli che vengono chiamati “Hikikomori” – si è volutamente relegato. Tuttavia ha un rapporto, pur se distorto, con il mondo esterno. L’immagine che il mondo gli offre, e che il protagonista ricambia (pur con esitazioni, ripensamenti, un briciolo di infanzia portato nella vita adulta), è violenta e aggressiva. La sua vicenda passata tra una finestra e uno schermo è comunque legata a vicende “altre”, in un tremendo gioco, destinata, alla fine, ad esserne travolta» (Daniele Carnini).
All’opera di Carnini si affiancano i lavori di Astor Piazzolla e André Previn. Nato dalla felice collaborazione con Horacio Ferrer, Balada para un loco, presentato nell’arrangiamento di Ernesto Oliva, rappresenta uno dei brani più celebri di Astor Piazzolla, del quale quest’anno ricorrono i cento anni dalla nascita. Il protagonista è un personaggio strano, etichettato probabilmente come pazzo dalla società, che descrive immagini e scenari irreali e che si fa trascinare dal vortice accelerato del suo entusiasmo e della sua fantasia. Il tango è rappresentativo del ruolo di Piazzolla quale innovatore e rinnovatore della tradizionale danza argentina, ma più in generale della musica europea di secondo Novecento.
Composta per il soprano Sylvia McNair il violoncellista Yo-Yo Ma, Vocalise è una composizione del 1995 di André Previn. Come indicato dal titolo, si tratta di un vocalizzo che esplora le dimensioni timbriche ed espressive degli strumenti coinvolti. La voce, il violoncello, il pianoforte, intervengono di volta in volta insieme o alternandosi vicendevolmente, instaurando un dialogo che ruota attorno al vocalizzo del soprano ma che di fatto è in continuo divenire, aprendosi a variegate atmosfere suggestive e a sempre nuove sonorità. Le Four Songs sono state composte nel 1994 da André Previn mettendo in musica delle poesie di Toni Morrison. I testi selezionati sono rappresentativi del lavoro di quest’ultima, prima afroamericana a vincere il Premio Nobel per la letteratura nel 1993 per aver contribuito a riscrivere e a diffondere la storia della sua comunità di appartenenza, offrendo la voce in modo particolare alle donne e alle loro storie di oppressione.


Condividi

Informazioni

Teatro di Villa Torlonia
via Lazzaro Spallanzani 1A

Biglietti
intero € 15
ridotto € 10

Abbonamenti al Festival
sostenitore € 200
intero € 90
ridotto € 65
speciale € 30
E' possibile acquistare l'abbonamento direttamente al botteghino