×











BIOGRAFIE

Emily Koh

È una compositrice singaporiana con sede ad Atlanta (Georgia), la cui musica reinventa le esperienze quotidiane esponendo sonori minuscoli dettagli spesso dimenticati ed è caratterizzata da esplorazioni creative delle complessità del suono. Il suo lavoro esplora anche stati binari come estremi/confini, distinto/ignorato e attività/stagnazione, attraverso il suo unico obiettivo Teochew e Peranakan singaporiano. Artista amatoriale multidisciplinare, si diverte a collaborare con creativi di altre specializzazioni, soprattutto quando il suono gioca un ruolo centrale nel progetto. Descritta come «il futuro della composizione» (The Straits Times, Singapore), ha ricevuto premi come il Copland House Residency Award, il Young Artist Award (National Arts Council, Singapore), lo Yoshiro Irino Memorial Prize (Asian Composers League) , Premio ASCAP Morton Gould Young Composer, Prix D'Ete (Peabody), PARMA Student Composer Competition e Premio Virginia Macagnoni per la ricerca innovativa (Università della Georgia). Il suo lavoro è supportato da commissioni, borse di studio e borse di studio da Opera America, MacDowell, Barlow Endowment for Music Composition, New Music USA, American Composers' Orchestra, National Arts Council (Singapore), Women's Philharmonic Advocacy, Paul Abisheganaden Grant for Artistic Eccellenza (Università Nazionale di Singapore) e altri. La sua musica è stata eseguita in tutto il mondo ed è pubblicata da Babel Scores (Europa) e Poco Piu Publishing (mondiale).