×











BIOGRAFIE

Cesare Pascarella

Cesare Pascarella (1858-1940)

In età giovanile si dimostra non particolarmente affascinato dalla vita accademica e predilige la frequentazione degli ambienti mondani, dove si mette peraltro in mostra come artista e poeta. Proprio come disegnatore inizia la sua carriera di collaborazioni con i giornali, passando poi a comporre sonetti in dialetto romanesco. Tra le sue opere poetiche più importanti Villa Gloria, La Scoperta dell’America e Storia Nostra, tre raccolte di sonetti. È con Villa Gloria che raggiunge la notorietà nazionale: G. Carducci, affascinato dalle sue rime, scrive un articolo entusiastico sull’opera. È anche un viaggiatore e, circa vent’anni dopo la sua morte, verranno pubblicati I Taccuini, le sue impressioni di viaggio.