Afterimages / Aftersounds
venerdì 14.12 - ore 21.00
Mattatoio piazza Orazio Giustiniani, 4
 

AFTERIMAGES / AFTERSOUNDS
Avanguardia polacca. Dai quadri ai suoni: il pensiero di Władysław Strzemiński in musica

Nell’ambito del progetto dedicato all’avanguardia polacca a cura dell’IAM-Instytut Adama Mickiewicza di Varsavia, il 14 dicembre in programma Afterimages / Aftersounds, un percorso dai quadri ai suoni: Il pensiero di Władysław Strzemiński  pittore e teorico dell’arte, personaggio centrale del movimento d’avanguardia in Polonia tra le due guerre, verrà ripercorso attraverso la musica dei compositori d’oggi che si sono ispirati alla sua teoria dell’unismo, Zygmunt Krauze e Marcin Stanczyk.


Krzysztof Penderecki (1933) Capriccio per Siegfried Palm (1968) per violoncello
   
Ivan Fedele (1953) Hommagesquisse per violoncello (2016)
   
Zygmunt Krauze (1938) Cinque composizioni ‘unistiche’ (1963) per pianoforte
   
Marcin Stańczyk (1977) Mosaïque (2012) per violoncello ed elettronica
   
  Afterimages – rosso (2009) per pianoforte
   
Maurilio Cacciatore (1981)   nuova composizione* (2018)
   
Zygmunt Krauze Polichromia (1968) per clarinetto, trombone, violoncello e pianoforte

Alice Cortegiani clarinetto
Ciro Longobardi pianoforte
Michele Marco Rossi violoncello
Gianmarco Lombardozzi  trombone
Maurilio Cacciatore elettronica


*prima esecuzione assoluta


Biglietti da 8 a 12 euro


in collaborazione con Mattatoio e con l’Istituto Polacco di Roma

 
Associazione Nuova Consonanza
Viale G. Mazzini, 134 - 00195 Roma
Tel./Fax +39 06 3700323 - info@nuovaconsonanza.it
C.F. 80206250583
P.IVA 02133581005
seguici su:
iscriviti alla nostra newsletter: